fbpx

20 domande da porre al cliente prima di progettare un logo

domande-per-progettare-logo

Un progetto di design di successo inizia con la comprensione delle esigenze dei vostri clienti. Ponendo le giuste domande ai clienti, potete fornire i progetti migliori, evitare inutili revisioni e ottenere clienti soddisfatti del vostro lavoro. La costruzione di un rapporto e il rispetto con il cliente sono vitali per una grande collaborazione creativa, che inizia prima ancora di prendere in mano la matita.

Ecco le 20 domande essenziali da porre ai clienti prima di progettare un logo. Queste domande aiuteranno i clienti a sentirsi coinvolti nel processo di progettazione, e vi aiuteranno anche a sviluppare idee e a mettere a punto la vostra produzione creativa.

Da cosa cominciare

Iniziate facendo sapere ai clienti che ci tenete. Entrate nei loro panni e capite in primo luogo perché stanno cercando una soluzione di design. Queste domande vi aiuteranno a capire le sfide che stanno affrontando in questo momento, in modo da poter pensare a come fornire al meglio una soluzione di design.

cliente-graphic-design

1. Qual è l’ispirazione dietro questo progetto?

Scoprire la motivazione del vostro cliente vi aiuta a farvi una solida idea di come dovreste iniziare il progetto. La loro risposta può rivelare ciò che stanno cercando di riprodurre in modo da aiutarvi nell’idealizzazione.

2. Cosa state cercando di ottenere?

La definizione degli obiettivi vi permette di seguire i progressi e di vedere quanto è efficace il vostro progetto. Quando saprete cosa il vostro progetto deve realizzare, sarete in grado di vedere quali lacune potrete colmare.

3. Quali sono le vostre aspettative?

Ponendo questa domanda, si dà al cliente l’impressione di essere un designer professionista il cui tempo, risorse e talenti devono essere valorizzati e apprezzati. Se avete sentito parlare di “scope creep”, sapete quanto sia importante prestare attenzione a questa parte del vostro studio.

Studiare il marchio

Conoscere l’attività e il marchio dei vostri clienti vi aiuterà a riflettere su ciò che c’è nei loro cuori e nelle loro menti. Queste idee e sentimenti sono esattamente ciò di cui si vuole approfittare quando si inizia a progettare.

studiare-marchio

4. Qual è la vostra missione?

Imparate i valori fondamentali che guidano l’attività del vostro cliente. Sapere cosa rappresenta il vostro cliente vi aiuta a rispettare ciò in cui crede. Alcuni progetti di design possono anche avere una prospettiva culturale o politica e questi valori devono essere parte esplicita del design.

5. Quali sono i punti di forza della vostra azienda?

Evidenziate i punti chiave di vendita unici del vostro cliente. Potete anche utilizzare queste informazioni per ispirare l’idea generale del vostro progetto.

6. Chi sono i vostri migliori concorrenti?

Imparate a conoscere come lavorano i concorrenti nel settore del vostro cliente. Potreste trovare elementi e strategie ricorrenti che potrebbero funzionare per il progetto del vostro cliente o che potrebbero farli risaltare.

7. Cosa ti piace o non ti piace del tuo precedente marchio?

Chiedete i link che rimandano ai materiali di marketing precedenti e assicuratevi che il vostro progetto sia in armonia con ciò che è già esistente. Se il vostro cliente ha dei campioni di design passati, è utile sapere cosa ha funzionato e cosa no, soprattutto se si tratta di rebranding.

Definire il pubblico

Bisogna progettare pensando a un pubblico ben definito. Imparate a conoscere i clienti del vostro cliente sia in termini demografici (età, sesso, etnia, ecc.) che psicografici (personalità).

definire-pubblico

8. Chi è il vostro cliente target?

Iniziate con la psicografia e chiedete al vostro cliente di descrivere esattamente chi sono i suoi clienti ideali, cosa fanno, come si comportano, cosa gli piace e altro ancora. Quando iniziate il vostro progetto, potete usare elementi che si rivolgono al modo di pensare di questo target.

9. È per un pubblico femminile, maschile o neutrale dal punto di vista del genere?

Alcuni marchi possono utilizzare le tradizionali aspettative di genere per attrarre un pubblico specifico. Allo stesso modo, se un cliente vi dice di avere un pubblico ampio e misto quando si tratta di genere, portate nel vostro progetto elementi più neutri possibili dal punto di vista del genere.

10. A quale fascia d’età mirate?

Le diverse fasce d’età si aspettano cose diverse e rispondono a diverse esigenze quando si tratta di design. Pensate a quanto saranno appropriate ed efficaci le vostre scelte di colore, forme, tipografia e stile per il pubblico di riferimento. Questi elementi risuoneranno o cadranno a terra?

11. Ci sono preoccupazioni culturali con il vostro pubblico?

Alcuni elementi di design possono essere inappropriati o percepiti in modo diverso in altre culture. Evitate le insidie ponendovi questa domanda, in modo da poter fare ricerche e assicurarvi che il vostro progetto sia accettabile per la comunità del vostro cliente.

StabiliRe le aspettative

Alcuni clienti tendono a concentrarsi sulle loro esigenze e a dimenticare le specificità del progetto. Se avete sentito parlare di qualcosa del tipo: “Voglio un design unico e fantastico che mostri quanto sia bello il mio prodotto, in modo da poter aumentare le vendite”, sapete esattamente cosa intendo.

Fate queste domande per fissare le loro aspettative. Potete lodare e/o “approvare” le loro idee progettuali, oppure dirgli delicatamente che il loro piano non funzionerà.

stabilire-aspettative-logo

12. Che stile stai cercando?

Determinate il gusto del vostro cliente per l’estetica del design supponendo che sia lui stesso un esperto di design. Invece di: “Volete includere illustrazioni isometriche o magari qualche layout asimmetrico?” potete chiedere: “Volete un look equilibrato e pulito o qualcosa di più sperimentale e dinamico?” Le vostre domande vi aiuteranno a restringere la scelta delle tendenze creative.

13. Di quali elementi “must have” ha bisogno il vostro design?

Verificate se il vostro cliente ha delle particolarità o dei requisiti essenziali. Questa domanda vi assicurerà di non trascurare nulla in termini di immagine o temi essenziali per il design del vostro cliente.

OttenERE dettagli pratici

Il più delle volte i vostri clienti utilizzeranno il vostro design per campagne di marketing cartacee o digitali, annunci online, blog, pubblicazioni e altro ancora. Scoprite di più sul prodotto finale per creare qualcosa di coerente.

ottenere-dettagli-pratici

14. Dove utilizzerete il design?

Chiedete al vostro cliente di informarvi sul mezzo, la posizione e le dimensioni del prodotto finito. Avrete diverse considerazioni sul design per la stampa rispetto al digitale e sul palmare rispetto al design su larga scala.

15. Come distribuirete o utilizzerete il prodotto?

Per i disegni stampati, chiedere informazioni sulle specifiche di stampa. A seconda della tecnica di produzione, potrebbe essere necessario limitare i colori o si potrebbe avere la possibilità di aggiungere altri strati al disegno.

Fissare dei limiti professionali

Per una collaborazione più fluida, chiedete al vostro cliente come vorrebbe lavorare insieme. Avrete anche la possibilità di esprimere ciò che potete e non potete fare per il cliente.

fissare-limiti-professionali

16. Come preferite comunicare?

Alcuni clienti preferiscono ricevere aggiornamenti costanti, mentre altri vi daranno il tempo di “fare le vostre cose da soli”. Capire come lavorerete insieme per il resto del progetto vi aiuterà a concentrarvi maggiormente sul vostro lavoro o ad anticipare le interruzioni. In questo modo, potrete pianificare le attività e preparare gli aggiornamenti da dare al vostro cliente.

17. Quanto siete disposti a spendere per questo progetto?

Chiarite al cliente quali sono le vostre tariffe base. Se si applica una tariffa per ogni revisione, stabilire le aspettative, sia che questa venga calcolata per ogni ora o per ogni turno di revisione.

18. Come volete dare un feedback?

Determinare la frequenza con cui aggiornare il cliente con nuove versioni del progetto. Alcuni clienti amano tenersi in contatto con il designer. Altri possono adottare un approccio “hands-off”. Considerate le vostre opzioni in modo da non sprecare tempo e fatica.

19. Di quali file e formati avete bisogno?

Chiarire al cliente cosa può ricevere e cosa può fare con i suoi file. Questo vi aiuterà anche ad anticipare quale tipo di licenza sarà richiesta per alcuni asset di design che dovrete utilizzare, come i font e le immagini.

20. Quando ne avete bisogno?

Assicuratevi di avere tutto il tempo necessario per portare a termine un progetto insieme agli altri impegni. Lasciate il tempo per le revisioni.

Il grande design inizia con un piccolo dibattito

Tenete presente che i clienti non cercano solo un design attraente, hanno anche bisogno di consigli professionali, pazienza e comprensione, oltre che di un po’ di attenzione e di riconoscimento. Ponendo le giuste domande ai clienti, stabilendo un terreno comune e comprendendo i loro desideri, potrete soddisfare meglio le loro esigenze e fornire un’esperienza piacevole che vale la pena di acquisire nuovamente in futuro e consigliare ad altri.

E poi, chi non vuole clienti che ritornano?

La prossima volta che lavorate a un progetto, tenete a mente queste domande dei clienti e cercate di iniziare una conversazione. Non abbiate paura di chiedere. Dimostrate che ci tenete e evitate di fare supposizioni pericolose. Tutto inizia con la prima domanda che apre le porte a molte possibilità: “Cosa posso progettare per te oggi?”

*Design by Freepik

Lascia un commento

Bisogna essere iscritti per postare un commento.